Cosenza: due “ex” sulla strada verso la salvezza

Cosenza: due “ex” sulla strada verso la salvezza

Vietato fare calcoli, vietato guardare ai risultati provenienti dagli altri campi. L’unica cosa che conta è cercare di portare a casa tre punti sul campo dell’Empoli. L’obiettivo del Cosenza è chiaro così come è lapalissiano che una vittoria potrebbe aprire scenari decisamente interessanti in vista dell’ultima giornata di campionato, quando al “San Vito Marulla” arriverà la Juve Stabia.

Per il momento, però, bisognerà pensare al match del “Castellani” contro una squadra alla ricerca di punti playoff; non sarà certamente un match semplice per un Cosenza, che resta la squadra migliore di tutta la serie B post lockdown. Peccato solo che lo svantaggio accumulato era tale da non poter permettere alla squadra rossoblù di essere già salva. Anzi. Bisogna vincere per andare ai playout e lì giocarsi la salvezza.

Una fase degli allenamenti del Cosenza

L’aspetto positivo è che, in questo momento, la squadra, pur essendo dietro in classifica, grazie allo scontro diretto dell’ultima giornata, è padrona del proprio destino nel senso che non dipende da risultati altrui. Due vittorie danno la matematica certezza di giocarsi i playout. Facile a dirsi, difficile, invece, riuscire a concretizzare quanto detto in considerazione della qualità dell’Empoli che può vantare nel proprio organico gente come La Mantia e Tutino, ex di lusso che a Cosenza hanno fatto decisamente bene.

Proprio in questa ottica, ad Empoli bisognerà vincere, ma almeno sarà necessario non perdere per riuscire poi a giocarsi tutto contro la Juve Stabia.

Per quanto concerne la formazione, rispetto al match contro il Pisa potrebbe cambiare solo qualcosa solo nei centrali di centrocampo (uno fra Sciaudone e Bruccini potrebbe riposare…più il primo!) e nella scelta del tridente offensivo (Baez e Riviere intoccabili).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *