Il Cosenza stende l’Empoli. Ma serve almeno un altro sforzo

Il Cosenza stende l’Empoli. Ma serve almeno un altro sforzo

Anche il più ottimista tifoso del Cosenza non poteva sperare in una serata migliore quando, alle 21, si è seduto davanti alla tv per guardare la gara dei “lupi” con un occhio attento ai risultati dagli altri campi. E probabilmente se avesse potuto “disegnare” una serata, l’avrebbe realizzata proprio in questo modo: una vittoria “comoda” e gli altri risultati con le sconfitte di Juve Stabia e Perugia. Perchè nemmeno il più ottimista dei tifosi poteva minimamente pensare che il Livorno, già retrocesso, avrebbe fermato il Pescara.

E’ andata proprio così: un Cosenza devastante non lascia scampo ad un Empoli (giusto dirlo!) abbastanza deludente e, a volte, anche distratto. I rossoblù chiudono il primo tempo sullo 0-3 permettendo ai propri tifosi di non vivere momenti di panico come quelli vissuti contro il Pisa, ma anche in tanti altri match pre e post covid.

Bittante, Riviere, Carretta, Baez ed ancora Riviere sono le cinque “dita” di una manita che regala al Cosenza il sorpasso sulla Juve Stabia alla vigilia di uno scontro diretto, quello di venerdì al “San Vito Marulla”, che potrebbe dare ai rossoblù la certezza dei playout, ma, forse, anche qualcosa in più.

Bisognerà stare con i piedi per terra, questo è certo, e pensare solo al match contro la Juve Stabia; poi, a fine partita, si faranno i conti. Possiamo solo dire che se

  1. il Cosenza dovesse vincere,
  2. il Chievo (in lotta per i playoff) dovesse battere il Pescara,
  3. il Venezia (non ancora definitivamente salvo) dovesse sconfiggere il Perugia,

la squadra di Occhiuzzi sarebbe salva senza passare dai playout. Ma sarebbe direttamente salva anche se

  1. il Cosenza dovesse vincere,
  2. il Chievo dovesse battere il Pescara,
  3. il Venezia ed il Perugia dovessero pareggiare,
  4. l’Ascoli non dovesse perdere con il Benevento (già in serie A).

In ogni caso, la certezza è una: contro la Juve Stabia il Cosenza dovrà vincere anche per evitare che il Trapani possa avvicinarsi. I siciliani giocheranno contro il Crotone, già salvo, ma con un Simy desideroso di chiudere il campionato con il titolo di capocannoniere e con una squadra che vuole allungare la striscia record di risultati utili consecutivi ottenuti in serie B. Un pezzo di Calabria, che potrebbe dare una mano ad un altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *