Open della Calabria: si impone Luca Potenza

Open della Calabria: si impone Luca Potenza

E’ da diversi anni il torneo più atteso nell’estate calabrese. Si chiama, infatti, Open della Calabria o, se preferito, Memorial “Sciarrone”, il torneo organizzato a Gioia Tauro dal “Circolo Tennis Gioia 1974”, che richiama sempre giocatori da ogni parte d’Italia.

L’edizione 2020 si è disputata nonostante le difficoltà generate dal Covid e gli organizzatori hanno potuto anche sfruttare le condizioni, per certi versi, favorevoli, derivanti dalla mancata disputa di alcuni tornei internazionali; sono stati, infatti, oltre 50 i giocatori di seconda categoria che hanno preso parte al torneo, alcuni dei quali con classifica mondiale.

Luca Potenza

La finale

E’ stata una finale tutta siciliana quella che si è disputata sui campi del circolo di Gioia Tauro; la Sicilia, quindi, si conferma terra in grado di esprimere grandi talenti. Fra loro, certamente, Fausto Tabacco, 18 anni, classifica 2.3, che ha giocato un torneo eccezionale battendo avversari di alto livello e, in semifinale, Omar Giacalone, classifica 2.1, con il punteggio di 6-4 5-7 6-4 dopo 3 ore e 50 minuti di gioco.

Fausto Tabacco

Dall’altra parte del tabellone il ventenne Luca Potenza (2.2) è stato bravo a superare Antonio Massara (2.2) con il punteggio di 7-5 6-3.

Una finale, come detto, made in Sicilia, che ha visto Potenza partire alla grande e fare suo il primo set: 6-1 il parziale. La seconda partita sembrava seguire la falsa riga della prima ed il match sembrava già deciso sul 5-2 a favore di Potenza. A quel punto, però, è venuto fuori l’orgoglio di Tabacco, bravo a recuperare e a portarsi sul 5-5. Le quasi quattro ore di gioco, però, si sono fatte sentire nelle gambe del 18enne messinese e Potenza ha trovato l’allungo giusto per chiudere 6-2 portando così a casa il titolo.

Si è chiusa un’edizione decisamente importante dell’Open della Calabria e l’impressione è di aver assistito ad una finale fra due atleti che potrebbero presto sfidarsi in palcoscenici decisamente più importanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *