Reggina, sconfitta beffa. Masucci-Sibilli stendono gli amaranto

Reggina, sconfitta beffa. Masucci-Sibilli stendono gli amaranto

Alcune sconfitte sono davvero pesanti, per la classifica, per il morale ed anche per il modo in cui maturano. Quella subita dalla Reggina al Granillo contro il Pisa fa parte soprattutto di quest’ultima categoria perché subire il gol del pareggio a cinque minuti dalla fine (addirittura in rovesciata!) è già pesante, subirne un secondo in pieno recupero è una mazzata tremenda che penalizza forse oltremodo la squadra di Toscano.

Il match

Non è stata una Reggina brillante quella vista contro la formazione toscana. L’undici amaranto, però, pur non costruendo molto ha avuto la fortuna (bravura!) di trovarsi comunque davanti di un gol a fine primo tempo grazie alla rete di Mario Situm. L’ingenuità di Crisetig, al tempo stesso, è stato un segnale chiaro: del resto se uno dei giocatori più esperti si fa espellere per doppia ammonizione a causa di un fallo a centrocampo, certamente evitabile, significa che qualcosa non funziona. Eppure se, a poco più di 20 minuti dalla fine, il portiere Perilli con un’autentica prodezza non avesse negato a Di Chiara la gioia del gol, certamente adesso racconteremo un’altra storia. Ma così non è stato ed a cinque minuti dalla fine, Masucci ha fatto il “Ronaldo” o, visto che siamo in Calabria, il “Simy”, ed in rovesciata ha realizzato il gol del pareggio al culmine di un’azione confusa in area di rigore.
Il peggio, però, per la Reggina doveva ancora arrivare perché in pieno recupero ci ha pensato Sibilli a segnare il gol della vittoria per il Pisa. Una beffa che sancisce la terza sconfitta consecutiva per una squadra che deve assolutamente operare una svolta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *